Caro Maran, adesso fai le cose semplici


Caro Assessore Maran, d’accordissimo su Area C. D’accordissimo soprattutto se si tratta del primo passo di un lungo percorso per liberare Milano ( dalle auto) e farla diventare una città piacevolmente vivibile.

Io vivo nella città che amo, e voglio amare la città in cui vivo.

E per migliorarne la mobilità ( e vivibilità)  basterebbe applicare le leggi che ci sono. Basterebbe incominciare a rimuovere, RIMUOVERE NON MULTARE,  le auto che tutti i giorni affollano i marciapiedi di Milano –  grazie all’occhio tollerante dei vigili – ,che si piazzano sui posti residenti senza averne il diritto , che occupano strisce pedonali, passi carrai o che sono abbandonate tranquillamente in doppia fila. Il 20% di riduzione di traffico previsto con Area C diminuirebbe, nel giro di pochi giorni, di un’altra significativa percentuale.

E’ mai possibile che ci siano vie della nostra città con marciapiedi alberati e automobili parcheggiate tranquillamente sulle aiuole?

E’ mai possibile che per raggiungere il parcheggio i marciapiedi vengano utilizzati come corselli per raggiungere il rettangolo di sosta?

Strano paese il nostro. Si fanno le leggi, non si applicano e non si fanno rispettare, e quindi se ne fanno delle altre per rincarare la dose normativa.

Così le leggi aumentano e con loro i comportamenti illegali.

Caro Assessore, so bene che far rispettare le leggi fa perdere voti, ma l’importante è non perdere la faccia. E’ il rispetto della legalità deve essere un principio di sinistra, un principio arancione.

Annunci